Chi Tempo Apetta,Assai Tempo si Strugge

"Chi tempo aspetta, assai tempo si strugge:

e ‘l tempo non aspetta, ma via fugge.

 

La bella gioventù giamai non torna,

nè ‘l tempo perso giamai riede indietro;

però chi ha ‘l bel tempo e pur soggiorna,

non arà mai al mondo tempo lieto;

ma l’animo gentile e ben discreto

dispensa il tempo, mentre che via fugge.

 

O quante cose in gioventù si prezza!

quanto son belli i fiori in primavera!

Ma, quando vien la disutil vecchiezza

e che altro che mal più non si spera,

conosce il perso dì quando è già sera

quel che ‘l tempo aspettando pur si strugge.

 

Io credo che non sia maggior dolore

che del tempo perduto a sua cagione:

questo è quel mal che affligge e passa il core,

questo è quel mal che si piange a ragione;

questo a ciascun debbe essere uno sprone

di usare il tempo ben, che vola e fugge.

 

Però, donne gentil, giovani adorni,

che vi state a cantare in questo loco,

spendete lietamente i vostri giorni,

chè giovinezza passa a poco a poco:

io ve ne priego per quel dolce foco

che ciascun core gentile incende e strugge."

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in fusa di testa. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...